SCUOLA DEL LIBRO

   

Ci prendiamo cura del passato restaurando libri.

 

Con la stessa passione

diamo vita a allestimenti

unici e originali.

 

Facciamo scuola

perché è un modo per fare tante belle cose insieme.

 

La scuola è aperta a tutti e prevede  soltanto l'acquisto di una scheda di 50 euro.

Le strade che conducono alla creatività sono tante ma spesso hanno una coltre di foglie che le ricopre. Occorre soffiarci sopra per scoprire il sentiero che ognuno potrà seguire portandosi appresso la meraviglia della scoperta.

 

Queste strade che fanno ricongiungere manualità e teorie non hanno come padrone un solo materiale, sono piuttosto un ventaglio di possibilità che si apre davanti a quello che potremmo fare rivolgendoci alla composizione, al restauro, all’accessorio alla legatoria… che sono poi mezzi espressivi attraverso i quali raggiungere un risultato.

 

A decidere sono sempre le idee e non i legni, la carta, i metalli o la pietra. La neutralità originaria della quale si ha bisogno è quella che porta di volta in volta a scegliere e non a essere scelti dalla materia.

 

Sapere che le esperienze hanno bisogno di buone teorie per reggersi in piedi vuol dire cogliere il senso della centralità dove quello che veramente conta è il potersi dirigere verso una direzione da percorrere senza pesi. Nel design conta il raggiungere un risultato. Il corso che viene proposto mira essenzialmente a questo.      

Si inizia prendendo un libro dallo scaffale, quello messo dietro agli altri perché malconcio, con la copertina rotta e le  le pagine che vanno per conto loro.

Ridare nuova vita a quel volume, ci avete mai pensato? E' vero, non ci sono più quelli che fanno questo mestiere, però quel libro potete restaurarlo da soli e io posso insegnarvi come.

Il percorso di riallestimento è importante perché più di mille parole fa comprendere cos’è un libro.

È una esperienza che fa scoprire la manualità e mette in contatto il presente con il passato. 

E' una bella responsabilità mettere le mani sopra la storia, ma le sfide sono fatte per essere vinte e da noi è vietato dire: Io non sono capace. 

Può non essere necessario andare lontano, perché la cura passa anche attraverso le piccole cose, come riscrivere il menù di un ristorante rifacendogli la copertina. Dare un nuovo abito a una idea è sempre una scoperta.

La conoscenza del libro che avviene tramite il restauro non è soltanto finalizzata al recupero dei testi, ma serve anche per comprendere le metodologie di allestimento.

Carta, cucitura, allestimento e copertine servono per dare  valore alle parole. Se il libro è un invito alla lettura deve esserlo veramente.

Qui non si insegna a costruire libri che si chiudono in faccia al lettore. Il libro deve restare spalancato sopra il tavolo, altrimenti non è un libro ma una serie di fogli incollati dentro una copertina.

In questo corso non si dà per scontato nulla, quindi anche le carte da rivestimento devono avere il loro valore.

Se il fine ultimo è l’originale, è necessrio mettere in campo la creatività che serve per fare il salto di qualità che conduca all'invenzione.

Quando dal libro si giunge al design si lascia il mondo della parola per incontrare quello della forma e del colore.

Ci si accorge che le potenzialità dei materiali sono infinite.

E' a tutti i materiali che ci si rivolge per ottenere l'originale. 

 Il libro, già diventato pretesto per costruire altro, incontra la funzione  e confluisce nell'oggetto.

Diventa facile pensare a tutto ciò che si apre e si chiude, ma questo succede quando l'esperienza iniziata con il libro incontra altre possibilità espressive.

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
Itinerart-Cultura Via Sant'Egidio 11- 01100 Viterbo - Presidente Fiorenzo Mascagna - www.mascagna.it - tel 320 63 88 040 - Iscrizione n. 2532 albi e registri terzo settore regione Lazio